045.8010527 info@psychoarea.it

Accumulo compulsivo

Il disturbo da accumulo compulsivo o Disposofobia

Nonostante molte persone amino comprare oggetti e quasi tutti noi conserviamo alcune cose di cui non abbiamo bisogno o che non usiamo, le persone che presentano un Disturbo da Accumulo Compulsivo portano tutto questo all’estremo: sbarazzarsi di qualcosa diventa emotivamente estenuante, fare ordine è difficile e resistere all’impulso di raccogliere o acquistare nuove cose è quasi impossibile. Tendono quindi a riempire all’inverosimile la propria casa con oggetti di qualsiasi tipo e il risultato è che gli spazi abitabili vengono sommersi a tal punto da pile disordinate di cose da non essere più utilizzabili e vivibili. Gli oggetti vengono raccolti nella spazzatura, in discarica, oppure acquistati presso mercatini delle pulci e discount, ma il risultato è sempre lo stesso. I pazienti hanno con gli oggetti che accumulano un rapporto non molto diverso da quello che la maggior parte degli individui ha con i propri oggetti personali; il problema è nell’intensità del legame con gli oggetti, a discapito delle conseguenze.

Diventato tristemente famoso grazie a serie tv americane come “Sepolti in casa”, il Disturbo da Accumulo Compulsivo non è così raro come si può pensare, visto che si stima una prevalenza di circa il 5% nella popolazione generale. Spesso è sotto-diagnosticato, perché chi ne soffre si vergogna delle proprie compulsioni oppure perché non ritiene sia un problema che meriti l’attenzione di un professionista.
Nonostante possano far sorridere le bizzarrie dei pazienti affetti dal Disturbo da Accumulo Compulsivo, esso è in realtà causa di grave disagio emotivo, nonché di una serie di problematiche legate a igiene e sicurezza domestica. Quando il comportamento è clinicamente significativo, il fatto di ingombrare la propria casa impedisce il normale utilizzo degli spazi per attività basilari come cucinare, pulire, muoversi all’interno dell’abitazione e anche dormire. L’interferenza con queste attività può diventare un problema pericoloso, mettendo le persone a rischio di incendio, cadute, scarsa salubrità degli spazi e malattie.

Il cosa si accumula, ovvero il materiale o gli oggetti che le persone conservano, possono essere di qualsiasi tipo: si va dalla collezione di oggetti di valore, all’accumulo di spazzatura, fino all’accumulo di animali. Molto frequente è l’accumulo di libri e giornali o, comunque, di materiali che contengono informazioni che possono aumentare le conoscenze.

Leggi di più

Chiedi un incontro con un nostro specialista

Scrivici e verrai contattato dallo specialista più adatto alle tue esigenze