045.8010527 info@psychoarea.it

Fobia sociale

E’ la paura marcata e persistente di una o più situazioni sociali in cui la persona è esposta a persone non familiari o al possibile giudizio degli altri. L’individuo teme di agire (o di mostrare sintomi d’ansia) in modo umiliante e imbarazzante.

Le persone possono presentare forti reazioni a carico del Sistema Nervoso Autonomo nelle situazioni sociali temute: possono provare manifestazioni violente di rossore, di sudorazione, di malessere gastrointestinale, di diarrea. L’esposizione alla situazione temuta quasi invariabilmente provoca ansia che può assumere le caratteristiche dell’attacco di panico causato o sensibile alla situazione.
La diagnosi di fobia sociale è appropriata solo se l’interessato è consapevole del carattere irragionevole o eccessivo della propria paura e nel caso in cui il disturbo causi limitazioni gravi per la vita quotidiana.
Solitamente chi soffre di fobia sociale tenta di alleviare la sofferenza evitando le situazioni temute o mettendo in atto comportamenti protettivi (es. maglia nera per nascondere la sudorazione).
L’evitamento, l’ansia anticipatoria o il disagio nella situazione sociale o prestazionale interferiscono significativamente con le abitudini normali della persona, con il funzionamento lavorativo o scolastico o con le attività o relazioni sociali, oppure è presente marcato disagio per il fatto di avere la fobia.
Si distingue una fobia sociale specifica, se l’ansia e l’evitamento riguardano una sola situazione sociale, e una fobia sociale generalizzata, nel caso in cui le paure includono la maggior parte delle situazioni scoiali alle quali è esposto un individuo.

Leggi di più

Chiedi un incontro con un nostro specialista

Scrivici e verrai contattato dallo specialista più adatto alle tue esigenze