045.8010527 info@psychoarea.it

Difficoltà emotive-relazionali

In queste difficoltà rientrano tutti quei disagi e difficoltà che bambini e ragazzi sperimentano a livello emotivo, affettivo e relazionale. Ci sono svariate situazioni che possono incidere su questi disturbi: la separazione dei genitori, difficoltà di socializzazione, difficoltà nel gestire le emozioni e i comportamenti problematici.

Le manifestazioni più tipiche di disagio nella sfera emotiva e relazionale possono riguardare: alterazione dei ritmi del sonno, non raggiungimento del controllo sfinterico in epoca adeguata, somatizzazioni e tic, irrequietezza, gelosia fraterna, eccessiva timidezza, difficoltà a gestire le novità e i cambiamenti.

La sfera emozionale affettiva riveste una notevole importanza nello sviluppo dell’individuo, soprattutto nelle fasi di vita della preadolescenza e dell’adolescenza, in cui i ragazzi cominciano a definire le proprie scelte personali e sociali. Con l’avvicinarsi dell’età adolescenziale, l’incapacità di esprimere le emozioni in modo adeguato, l’insicurezza nelle relazioni con gli altri, una percezione negativa di sé possono manifestarsi in una varietà di comportamenti: alimentazione disregolata, atteggiamenti di chiusura e isolamento, variazioni d’umore, ansia, paure profonde. Chi presenta queste difficoltà manifesta una scarsa autostima, un’eccessiva timidezza, e spesso mette in atto atteggiamenti di rifiuto o di aggressività.

La finalità principale del trattamento è creare una condizione di maggiore benessere per il bambino/adolescente e comprendere le dinamiche relazionali che stanno alla base dei sintomi manifestati, favorendo la capacità di riconoscere e rielaborare i propri stati emotivi. I metodi utilizzati sono declinati tenendo conto dell’età e del quadro presentato. Il percorso prevede comunque il coinvolgimento della famiglia che varia in base all’età del bambino o dei ragazzi.

Gli interventi

Con i bambini più piccoli sono privilegiati i colloqui con i genitori, principalmente focalizzati sulla Psicoeducazione o a seconda dei casi, si propongono ai genitori percorsi di Parent Training.

Molto spesso per i genitori è difficile gestire questi comportamenti e il confronto con un esperto può aiutare a capirne le ragioni e offrire indicazioni utili per sostenere i figli nella loro crescita, evitando che i disagi aumentino nel tempo. Dall’età scolare, risulta efficace combinare al lavoro con i genitori, l’ intervento con il bambino utilizzando tecniche corporee e di rilassamento (consapevolezza del proprio corpo, respirazione consapevole), e tecniche di psicoterapia cognitivo comportamentale. In adolescenza l’intervento può realizzarsi in modo individuale o in piccolo gruppo. Il gruppo si rivela uno strumento molto utile per aiutare i ragazzi a parlare di sé, condividere esperienze e comprendere il proprio disagio.

Chiedi un incontro con un nostro specialista

Scrivici e verrai contattato dallo specialista più adatto alle tue esigenze